Etica e Diritti

Più attenzione all'infanzia

La nostra Regione, come molte altre sta vivendo la crisi della qualità e dell’autonomia scolastica da così tanto tempo che ci stiamo abituando. A partire dalla scuola dell’infanzia, non obbligatoria ma necessaria (per i bambini oltre che per i genitori), l’indifferenza che permea i problemi che la riguardano è allarmante. Pedagogicamente imprescindibile quest’ordine di scuola viene sottovalutato sia nel dibattito politico che, di conseguenza, nelle risorse economiche ad esso desinate. Diverse le questioni focali: la mancata messa in sicurezza di molte scuole, il disinteresse per l’ aggiornamento del personale docente, la carenza di spazi per far fronte a richieste demografiche in continua crescita fino alla richiesta di contributi economici ai genitori per garantire servizi necessari (dalla pulizia delle scuole all’ampliamento dell’offerta formativa). Maggiori attenzione e fondi per quest’ordine di scuola potrebbero un giorno avvicinare il nome dell’Umbria a quello dell’Emilia Romagna come riferimento dell’eccellenza scolastica.

Tags

Voting

6 votes
Active
Idea No. 23